Siamo quasi 40.000 su FB! Siamo la più grande community indipendente dedicata al risparmio sulle assicurazioni. Unisciti a noi!

TRUFFE ASSICURAZIONI IN AUMENTO

In un momento di crisi come questo, può capitare che molte persone, strette da esigenze economiche che non consentono più una gestione autonoma delle entrate, decidano di agire in maniera meno legale, cercando in maniera consapevole di trovare delle vie alternative a quelle conosciute.
Il tema delle assicurazioni auto è molto caldo, infatti si parla di un settore che negli ultimi anni ha subito sempre aumenti, per questo motivo è necessario trovare delle strade che consentano di ridurre i costi, pur continuando a operare nella più completa legalità.
Il problema è proprio questo, Aosta è stato il teatro di un’indagine che ha riguardato il settore delle assicurazioni a 360 gradi, le indagini hanno di fatto messo in luce un comportamento diffuso di molte persone, queste cercavano di evitare di pagare il premio assicurativo in vari modi, stampando ad esempio bollini assicurativi fasulli.
Per questo motivo l’inchiesta ha evidenziato comportamenti più o meno fraudolenti, ci sono anche persone che possiedono un regolare contratto assicurativo che hanno fornito però dati falsi alle compagnie assicurative, in questo modo riescono a pagare un premio minore.
Molti invece non hanno proprio un’assicurazione auto, l’indagine denominata Pinocchio ha messo in luce un fenomeno che interessa almeno 300 persone, attenzione a identificare il fenomeno delle polizze fantasma come semplice comportamento fraudolento.
Alla base di tutto esiste anche un comportamento che molto spesso è legato a difficoltà oggettive che hanno le persone, molti italiani non riescono più a pagare il premio assicurativo, i costi sono sempre aumentati in questi anni, a tal punto da rendere il costo delle assicurazioni troppo oneroso.
Leggere il fenomeno dell’illegalità nel mondo delle assicurazioni nel modo giusto è quello che va fatto, infatti esistono comportamenti fraudolenti messi in atto in maniera volontaria, esistono però anche comportamenti illegali dovuti a una difficoltà oggettiva a riscuotere il premio.

Comments

comments