Siamo quasi 40.000 su FB! Siamo la più grande community indipendente dedicata al risparmio sulle assicurazioni. Unisciti a noi!

Cosa copre l’Assicurazione auto con opzione Kasko?

Quando si compra un auto, che sia nuova o usata, occorre effettuare la copertura assicurativa. Ci sono anche della case automobilistiche che, in occasione di offerte particolari, addirittura propone ai potenziali acquirenti anche la vendita di auto con compresa l’assicurazione RCA base (un esempio il modello nuovo Dacia lanciato con questa offerta).

 

Quando si assicura un veicolo, oltre la RCA base che è obbligatoria, c’è la possibilità di coprire il veicolo anche da assicurazione furto e incendio e anche l’opzione Kasko. Con l’opzione Kasko si ha una copertura ampia per la vostra vettura che copre completamente ogni tipo di danno in caso di incidente, anche con torto, permettendovi di stare tranquilli. I danni vengono pagati anche su eventuali pezzi di ricambio o optional che si dovessero rompere nell’eventuale impatto (Per saperne di più AutopezziStore.it può aiutarvi a capire quanto possono costare i pezzi di ricambio e gli optional).

 

Come detto la Kasko è facoltativa per tutti (anche per la compagnia assicurativa che potrebbe rifiutare una richiesta di copertura Kasko, ad esempio perchè l’automobilista che ne fa richiesta ha avuto in passato troppi incidenti).

 

Ci sono vari tipi di copertura assicurativa Kasko ed ognuna, in base all’opzione, ha dei prezzi differenti.

Ecco tutti i tipi di Kasko

 

1# La Kasko meno costosa è quella definita a primo rischio relativo. Sostanzialmente tiene conto della svalutazione del veicolo negli anni e dell’usura. A priori non sapete quanto verrete pagati in caso di danno ma il risarcimento dipenderà da quanto il veicolo vale al momento del danno e in base all’usura del veicolo stesso in quel momento. Tutto dipenderà quindi dal momento della denuncia di sinistro.

 

2# La Kasko a primo rischio assoluto. In questo caso si stabilisce all’inizio il valore del veicolo e della polizza con un livello di copertura che non cambia assolutamente e rimane stabile nel tempo. Nel caso ad esempio di tetto di 6.000 euro, in caso di danno, questo sarà il valore massimo che verrà corrisposto all’assicurato.

 

3# La Kasko a valore intero. Questo tipo di assicurazione Kasko è in assoluto la più costosa in quanto sostanzialmente non ci sono limiti di copertura del danno: quindi indipendentemente dalla cifra del danno che causerete l’assicurazione vi pagherà l’intero importo. In caso di danno l’assicurato avrà tutti i soldi restituiti.

 

4# La Mini-Kasko. Rispetto alla Kasko a valore intero qui viene rimborsato l’assicurato per l’intero importo del danno ma occorre necessariamente che ci sia un controparte che ha causato il sinistro: quindi se per caso uscite fuori strada e sbattete senza presenza di altre macchine impattate nell’incidente non avrete nessun risarcimento

 

5# La Kasko con scoperto (normalmente del 10% o 15%). Viene sostanzialmente stabilita a priori una percentuale a carico dell’automobilista assicurato che in caso di danno dovrà farsi carico del danno stesso per quell’importo. Spesso viene anche inserita una franchigia dalle 250 alle 500 euro che sarà l’importo che non verrà rimborsato all’assicurato.

 

Visto che le coperture assicurative dell’opzione Kasko sono differenti, con livelli di copertura differenti, i prezzi di una Kasko possono variare. I prezzi dipendono anche dalla zona d’Italia dove vivete: normalmente al sud costa di più rispetto al nord. Essendo un tipo di copertura a 360° normalmente le assicurazioni danno questa opzione alle vetture nuove e non a quelle usate e con parecchi anni alle spalle.

Comments

comments